Chi ci guadagna da questo clima di odio

Che la causa di tutta questa ferocia nella polemica sociale e politica italiana sia da ricercarsi nei cardini stessi della nostra società, lo scrivevo ieri.

Oggi mi chiedo chi ha interesse a foraggiare questo clima da stadio (italiano!).

Prima di tutto questa classe politica: è talmente mediocre, da sfruttare la polemica continua per mantenere la poltorona sotto al sedere, per distogliere l'attenzione della gente e continuare a coltivare i soli interessi personali, evitando costantemente di impegnarsi su problemi reali, strutturali e soprattutto impopolari.

Se non ci fosse questo clima da stadio, con *tifosi* accecati dalla demagogia e dall'ipocrisia, probabilmente molti di loro sarebbero mandati a casa, ma soprattutto ci sarebbe una grande disaffezione dalla politica.

In secondo luogo i giornali: in una situazione generalizzata di crisi, si tende costantemente ad alzare i toni. Non danno una visione di un fenomeno, fanno propaganda su milioni di persone. E per vendere copie, *strillano* sempre di più.

Onestamente ci vedo meno la TV: la politica in televisone paga sempre meno ed in un periodo di vacche magre, meglio concentrarsi su una *sana* tv stile GF.

Ci guadagnano poi i furbetti del quartierino, che amici di quello o di quell'altro, portano avanti i loro clienti e clientelati. Distribuendo a milioni di persone piccoli e grandi vantaggi, fanno si che si gridi allo scandalo quando succede qualcosa, ma che poi si stia zitti zitti all'atto pratico.

Ci guadagna la magistratura, illuminata di una visibilità, influenza e potere assolutamente ingiustificati in un sistema come il nostro

Insomma ci sono persone che hanno interessi personali affinché questa situazione non cambi e la stampa invece di scoperchiare il vaso, ne è complice colpevole, mossa anch'essa da interessi personali.

È la storia delle caste, uscita qualche tempo fa all'attenzione del pubblico, ma che come al solito è finita in pochi mesi nel dimenticatoio, lasciando la situazione assolutamente inalterata.


Andrea Denaro
-------------------------------------
http://www.google.com/profiles/Andrea.Denaro

Sent by iPhone