Fiat, Eni e l'Italia che avanza


C'è un'Italia: quella dell'incertezza, dei disservizi, della mediocrità.



E poi ci sono alcuni italiani, come Marchionne o Scaroni (tanto per citarne due, ma l'elenco potrebbe essere sicuramente più lungo), che invece sono all'estremo opposto: guidano team di persone creative, molto motivate, con obiettivi in testa molto chiari ed ambiziosi.


Sono gli italiani che emergono, che vanno all'estero e che sfatano i soliti miti, spesso giustificati, che riguardano il bel paese.


E' un'immagine da promuovere.


Credo infatti che convincere il mondo che le imprese italiane sono imprese efficienti, innovative e competitive, possa avere un effetto indiretto sull'intero Paese e sviluppare dei sentimenti positivi in tutti quanti noi.


Dico una fesseria, ma se ad uno brutto, lo si convince che gli altri pensano che è bello, alla fine lui migliorerà il suo aspetto fino a diventare effettivamente più bello, a piacere veramente; viceversa se lo si tratta da brutto, si imbruttirà sempre di più, anche e soprattutto nel suo animo. (Qui potremmo parlare a lungo dei diversi e di politiche di integrazione...)


Gli Italiani hanno bisogno di speranza, hanno bisogno di credere, hanno bisogno di sentirsi di nuovo belli.


Hanno bisogno di sentirsi fieri di essere italiani.      


E allora… Forza Fiat!!!!


Andrea Denaro