1980 - la Tv è la verità; 2010 - Google è la verità

In una spalla del Corriere di oggi si parla del decadimento (presunto, aggiungo io) di Wikipedia.

Così mi sono immaginato nel momento di cercare una informazione in rete chiedendomi se effettivamente ilio rapporto con Wikipedia era cambiato.

Mi sono accorto di altro: arrivare su Wikipedia prevede un livello di approfondimento già elevato, mentre la maggior parte di volta mi limito alla paginona di Google (ho impostato 100 risultati per pagina, da bravo "webbettaro") che viene prima. Ed ovviamente, come so di non dover fare, mi limito ai soli primi risultati.

Ma io so bene che il page rank di Google non discrimina certo se quello che leggo è vero, falso, esaustivo, etc.. Eppure l'uso quotidiano del mezzo lo fa diventare una informazione attendibile.

In un certo senso, tutt'altro che remoto o marginale quindi, Google è ormai in grado di influenzare la percezione della realtà, come la tv negli anni passati. Mostrandomi un risutlato piuttosto che un altro, lo rende automaticamente autorevole al punto tale di essere molto più credibile di altri.

È "buffo" tutto questo, perché mentre la Tv ha ed aveva chiari intenti di intrattenimento (fatti salvi curiosi personaggi che pretendono di raccontarci la Verità, ma che in realtà recitano più di un attore a teatro), Google effettivamente vuole essere solo una finestra sul mondo.

Senza essere "evil", ovviamente!

(Almeno così si spera...)

Andrea Denaro
-------------------------------------
http://www.google.com/profiles/Andrea.Denaro

Sent by iPhone