L'Italia ed il conflitto di interessi (quello vero!)

Se è vero (ed ho diversi dubbi) che il mondo sta per uscire dalla crisi, è vero pure che questo (come nota giustamente Di Vico sul Corriere) ci allontanerà ulteriormente dagli altri paesi rendendo ancor più evidente il GAP socio-strutturale nel quale è costretta la nostra economia.

Potremmo parlare ore ed ore dei motivi, ma uno mi pare lampante: l'Italia è soffocata da un carico fiscale enorme a cui non corrisponde un adeguato livello di servizi ed infrastrutture.

Ci sono tante cure importanti, ma quella assolutamente necessaria è troncare drasticamente il carico fiscale. Solo che troncare drasticamente il carico fiscale vuol dire, prima di tutto, ridurre in maniera importante il costo della politica, ovvero i nostri politici dovrebbero votare non tanto di ridursi lo stipendio (ma chi se ne frega!), ma colpire il loro vari feudi (province, pubblico impiego, enti e commissioni inutili, etc...). Ovvero andare a tagliare le armi attraverso le quali lorsignori esercitano il controllo sul paese.  

Questo è il vero conflitto di interessi italiano.