Noto una certa arroganza tra i blogger italiani

Ho una mia personale teoria: quando una persona, abituata ad essere osannata, inizia a perdere il suo successo e quindi l'attenzione del pubblico, diventa arrogante e spocchiosa.

Con questo post so di portarmi dietro un bel po' di antipatia, ma so anche di non essere l'unico a notare una certa spocchia in molti "esperti di internet" della prima ora, cosidetti blogger di successo.

Mi sembra che dietro a tutti questi gruppi e meeting ci sia sempre lo stesso giro di persone e di interessi, che dicono sempre le stesse cose, che le dicono sempre con lo stesso tono arrogante da illuminati ed unici detentori del verbo. Io invece vedo solo delle persone che (mi ci metto io per primo!) non riescono a raccontare niente di nuovo, ma si limitano a ricopiare quello che vedono da altre parti.

Forse sarebbe il caso di passare al 2.0 anche da noi, a farla finita di stupirsi di qualcosa che ormai fa più che parte della nostra vita quotidiana, a chiacchierare di meno e produrre di più e soprattutto a farla finita di fare gli evangelisti di qualcosa che non è il verbo e non ha certo bisogno di essere diffuso.

Onestamente di esperti veri, di gente che crea idee, non che le segue, ne ho conosciute e (a parte il fatto che difficilmente hanno un blog ed il tempo per scriverlo) l'approccio è decisamente diverso (è umile) di chi si sente (e si presume) arrivato.