I paradossi dell'Italia e della banda larga (Fasteweb #epicfail) #ADSL

Credo di aver scritto una decina di post su disservizi vari avuti da aziende di servizi. La metà almeno riguarda Fastweb.

Ma perché non cambiare allora? Perché se avessi aperto questo blog 2 anni fa, lo avrei inondato di lamentele su Tiscali. La verità è che nella mia zona (zona residenziale in piena Roma!) Fastweb è l'unica ad offrire una connessione ADSL decente: 7mb che reali diventano meno della metà, ma almeno ci sono. Gli altri neanche quelli. Da notare che Non sono in un paesino sperduto delle Alpi, sono al centro di Roma dove bucano strade dalla mattina alla sera per passare cavi!

Allora io mi chiedo: prima di queste polemiche (politiche) sulla banda ultralarga, non sarebbe il caso di offrire intanto quella normale?! La grande maggioranza degli operatori offre gran parte del servizio ADSL in appoggio sua rete Telecom, ormai satura ed intasata. Ed i risultati sono evidenti. Fasteweb, da tutti riconosciuta come la compagnia più veloce (parlo di velocità effettiva, non di annunci commerciali!) lo è solo perché usa la sua rete quasi fino a casa degli utenti. Ma parliamo di 7mb, mica 100!

E quindi la prossima domanda è: ma perché solo Fastweb? Perché non incentiviamo lo sviluppo di altri operatori *veri*?

Il risultato è che Fastweb ha uno dei servizi clienti peggiori al mondo (vedi il post precedente: staccano la linea per un loro disservizio nei pagamenti; io pago il giorno stesso quanto manca e dopo una settimana non mi hanno attivato nulla!), ma io non posso cambiare operatore!

Io lo trovo allucinante, demoralizzante ed ingiusto.

Andrea Denaro -----------------------------------