il futuro è delle agenzie digitali

Passano i giorni e ne sono sempre più convinto.

Tempo fa avevo detto la mia, nel mio inglese maccheronico, su come evolve il modello di business, intuendo che il modello operativo sul quale sono strutturate le agenzie tradizionali è un modello perdente. 

Quattro chiacchiere negli ultimi giorni, fatte con un paio di clienti ed un paio di ammirevolissimi colleghi, non ha fatto altro che rafforzare le mie convinzioni.

Non abbiamo parlato di comunicazione, di creatività, di advertising. Abbiamo parlato di processi, di soldi, di vendite… di business. 

L'agenzia che parla di tono di comunicazione è una agenzia vecchia ed i grandi nomi che monopolizzano il mercato vivono solo di rendite di posizione.

La mentalità che, volenti o nolenti, hanno sviluppato le grandi agenzie digitali è una mentalità completamente diversa, strutturata sui numeri, sull'efficenza, sui processi.

La creatività è una delle nostre armi più importanti, ma non da il valore aggiunto. É uno degli strumenti, al pari della tecnologia, ad esempio.

La differenza è nelle nostre idee, nel nostro approccio, nella velocità, nella reattività, nella concretezza.

Arriverà un giorno in cui i clienti si stuferanno di pagare troppo chi produce da un valore marginale al business. 

Ed allora la musica cambierà.