il delinquente con il SUV che mette sotto i poveri vecchietti

Sempre più spesso siamo costretti a sentire storie incredibili, o
meglio incredibili per la civiltà in cui (crediamo) di vivere. Ultima
in ordine di tempo quella del povero pensionato investito dal solito
SUV che voleva rubargli il posto auto a lui riservato.

I soliti titoli dei giornali ed i soliti benpensanti se la sono presa
con la categoria dei "suvvisti", salvo poi alla fine scoprire che il
delinquente in SUV era un signore altrettanto anziano, altrettanto in
pensione, alla guida di una jeep.

Certo leggere di un giovane arrogante in SUV che mette sotto il povero
vecchietto sarebbe stato più interessante, mentre letta nella sua
verità questa storia tira fuori tutta la tristezza del periodo storico
nel quale questo paese vive: non parliamo infatti del quartiere
abbandonato di Napoli o della pericolosa periferia di chissà quale
altra città; parliamo del profondo Nord, dove in teoria tutto dovrebbe
correre liscio.

Forse a Napoli non si sono (ahimè) nemmeno accorti che i cittadini si
sentono ormai abbandonati a se stessi, perché purtroppo devono da
tempo convivere con uno Stato assente, ma la triste realtà è questa
anche nel resto di Italia.

Spiace dunque leggere tanta ipocrisia sui SUV e molta meno analisi sul
perché gente normale perde completamente il senno tanto da arrivare a
morire / uccidere per un parcheggio.

Inviato da iPad