Curiosando all' Italian Innovation Day a Stanford


Un piacere enorme essere tornati a Stanford per l'Italian Innovation Day, organizzato da Mind the Bridge. Ma è stato ancora più piacevole confrontarmi con quegli Italiani al di là dell'oceano e condividere con loro pensieri ed esperienze.


Sulla carta stiamo tutti a dire forza Italia!, ma l'impressione che alla fine ben pochi siano veramente convinti che l'Italia ce la può veramente fare.


Mi ha stupito la riflessione di un VC: perché non investite in Cina (che pur è un mercato enorme)? La risposta: non ne abbiamo bisogno, le migliori menti sono già qui. E non perché siano americane, ma perché la Valley è il luogo che attrae le migliore teste del pianeta.


Se questo discorso vale per la Cina, figuriamoci per l'Italia…


La seconda cosa che mi è rimasta impressa è la riflessione fatta dagli ospiti sul visto, che in America è sempre più difficile da ottenere. Meglio, ha detto qualcuno: vuol dire che è un filtro in più per selezione gli imprenditori migliori perché sono quelli che emergono in situazioni difficili, tipo inventarsi un modo per ottenere questo famoso Visa!


Il consiglio: provateci, provateci, provateci, perché se ce la fate la ricompensa sarà molto alta! Prima di tutto per voi stessi e poi magari anche per il portafoglio! 





Img_0120


 



Img_0121


 



Img_0122