Tutte le slide e video del Web 2.0 Expo di San Francisco (W San Francisco!)


Ecco tutte le presentazioni della conferenza dove sono appena stato. Causa altri appuntamenti esterni non le ho viste tutte, ma vi segnalo comunque la lista completa http://www.web2expo.com/webexsf2011/public/schedule/proceedings


La ho trovata una bellissima esperienza. Soprattutto una serie di incontri molto più pragmatici di altri workshop a cui ho partecipato. Mi è dispiaciuto vedere assolutamente pochissimi Italiani: pochi nel pubblico, ed addirittura solo uno tra gli speaker (bravo Luca Sartoni).  


Gli argomenti trattati sono stati più o meno interessanti, forse alcuni troppo tecnici, ma comunque mi hanno portato ad una serie di considerazioni:


Il web design è maturo Pare scontato ovviamente dirlo, ma finalmente sento parlare di design funzionale, di experience utente, di problemi di interazione in maniera seria, concreta e coinvolgente. Non si tratta più temi di... frontiera, si tratta del modo giusto di fare le cose. E questo, per chi lo dice da 12 anni, è molto positivo!


Il social non è una novità e questo lo dovremmo raccontare a tante aziende italiane che si stupiscono ancora di Facebook. In America siamo già alla fase 2, ovvero cercare di capire cosa ci sarà dopo e come evolvere i modelli economico/sociali tradizionali a causa di un fenomeno che ormai è la quotidianità di tantissimi di noi.


Il locale è il nuovo fenomeno globale. E questo secondo me apre degli scenari imprevisti, sia nel mercato della comunicazione, che nella vita di tutti i giorni, soprattutto nel paese dei 1000 campanili, e più in generale nella vecchia Europa. Dovrebbe farci riflettere.


Al finale comunque mi è rimasto un entusiasmo che solo quella città e poche altre riescono a trasmetterti, dove una persona vale in base a quanto riesce ad innovare! Credo sia il clima che si respirava nell'Italia di Leonardo e Michelangelo. É una grinta sana e coinvolgente che ti da una carica e voglia di fare incredibile. 


Ormai ho capito perché amici come @lucamascaro e @leeander, che pur rimangono di qua del mare, ne hanno bisogno di una dose regolare :-)