clausole e controclausole: perché comprare da Amazon e non da Euronics.

Ho fatto un acquisto da Euronics e richiesto, come mio diritto, la fattura.

Arrivatomi (velocemente) il pacco mi sono accorto (errore mio) che non era il prodotto che volevo (quello che cercavo io differisce per una sola lettera nel codice prodotto e mi sono confuso).

Ho deciso di esercitare quindi il mio diritto di recesso. 

A parte la trafila burocratica fatta apposta per scoraggiarti e cercare un cavillo, non ho potuto rimandare il pacco perché lo ho comprato con Partita Iva. 

Lo sapevate che se acquistate con partita iva la legge del diritto di Recesso non vi tutela? Euronics quindi, legalmente parlando, ha avuto un comportamento ineccepibile.  

A me però non sembra ineccepibile sotto un profilo etico, ma soprattutto poco furbo dal punto di vista commerciale. Ecco perché io non comprerò mai più da Euronics e vi sconsiglio di farlo: il servizio è stato rapido e preciso, ma come altri. Allora perché devo comprare da un venditore che si attacca ai cavilli legali pur di non aiutarmi? Non sono io cliente, la cosa più importante? Bastava mandarmi una nota di credito (peraltro la fattura ancora non mi è arrivata) e riprendersi un pezzo.

Ora vi spiego invece cosa ha fatto Amazon, guarda caso proprio nelle stesse ora (una giornata sfortunata per lo shopping!)

Ho ordinato un Sony nsx-gt1: strepitoso! Alto neanche 3 cm, è lettore BluRay, Google TV, Dnla Player, sistema Android… Insomma eccezionale! Peccato che (no comment!) abbia il lettore bloccato per la zona A dei Blu Ray e DVD (Americhe) quindi del tutto inutilizzabile con i cartoni animati dei miei figli! Quando me ne sono accorto l'ordine era già partito da qualche ora:  ho scritto ad Amazon chiedendo di annullarlo. Amazon mi ha risposto che il pacco era già partito e che ormai non potevano fare nulla, ma di non preoccuparmi perché:

1. la mia carta di credito sarebbe stata accreditata solo al momento dell'effettiva ricezione del bene per darmi modo di verificare che tutto fosse in ordine
2. all'interno della confezione avrei trovato come al solito la busta prepagata per rimandare indietro il pacco ad Amazon a loro spese
3. quindi ero assolutamente benvenuto (welcome) a rifiutare il pacco senza costi ne oneri aggiuntivi e non mi sarebbe stata nemmeno accreditata la carta!

Partita Iva? Motivo per cui rimando il pacco? Raccomandate e scadenze? Niente di tutto questo! Amazon sa che avere la fiducia di un cliente vale ben più dei 4 soldi che Euronics avrà guadagnato appellandosi ad un cavillo. 

Amazon ha capito che un'esperienza di acquisto positiva appaga un utente e lo rende ambasciatore e fedele e questo vale molto di più e costruisce valore nel tempo.