sono un giocatore di lego



16

E' impressionante quanto sia importante giocare con i Lego. Non lo dico perché a tutt'oggi mi diverto con mio figlio ad inventare improbabili astronavi spaziali, ma perché sono veramente convinto che sia una sfida continua per la mente. E prima si comincia e meglio è.

Bisogna saper cercare, valutare, incastrare e mettersi sempre in discussione. Si parte da una generica idea, si cerca il pezzo migliore, ma poi bisogna anche sapersi arrangiare e risolvere problemi. Bisogna avere una visione e sapere come applicarla nel contesto in cui ci si trova.

Non si tratta di inventare, si tratta di combinare.

Ho aperto questo semplice blog parlando di come sia importante rompere gli schemi e crearne di nuovi. E questo è esattamente il modello del giocatore di lego: combina elementi di forma diversa ed apparentemente poco utili dando loro un forma ed una utilità. Ma poi li rismonta e crea un nuovo oggetto, per poi smontarlo e rimontarlo, forse all'infinito. 

Diverso è anche il pennello o la plastilina che significano creare qualcosa partendo da zero, molto più difficile. 

Ecco, io non sono ne un creativo ne un inventore; io sono un giocatore di Lego. Datemi i vostri mattoncini e vi creerò qualcosa di nuovo.