Veramente un buffonata la class action contro FB

Ho appena letto sul Corriere l'articolo che annuncia la Class Action di Robbins Geller contro Facebook perché avrebbero fornito informazioni non corrette agi investitori: mi sembra proprio una guerra tra sciacalli!

Anche ammesso che un piccolo investitore sia riuscito a comprare le azioni di FB, vorrei sapere con quale coraggio si può affermare che non si era a conoscenza dei rischi legati a questa IPO. Almeno da mesi, se non da anni, si parla della stratosferica valutazione e della sua reale capacità di produrre utili: era e rimane una scommessa, è palese!

Perché me la prendo? Perché credo che la Cass Action sia uno degli strumenti più democratici della società americana dove i piccoli possono difendersi dai soprusi dei grandi e non dovrebbe essere usata per fini così strumentali.

Non conosco nel dettaglio il fatto, però a caldo questa è la mia opinione.

Infine, fermo restando tutte le evidenti problematiche , bolle, etc... io non credo che Facebook sarà, a tendere, una "sóla": non dimentichiamoci che in pochissimi anni è diventato il luogo dove quasi un miliardo di persone nel mondo passano la loro giornata e, soprattutto, non dimentichiamoci che lo ha fatto facendo utili praticamente da subito e con pochissime risorse (almeno confrontalo con BigG).

Non esistono forse critiche severe su Adwords? Tuttavia sfido qualcuno a dire che google è una fregatura!

Andare oggi contro Facebook è una moda per fare gli alternativi, per fare quelli del "l'avevo detto io". Ecco, io queste persone, che parlano male o attaccano gli altri solo per mettersi in mostra, le detesto!

;-)